EYE 2016: i giovani incontrano i politici

Articolo pubblicato il 26 maggio 2016
Articolo pubblicato il 26 maggio 2016

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

Lo sciopero dei treni francesi non ha demoralizzato i giovani che sono venuti da tutta Europa in occasione dell'Evento Europeo per i Giovani (EYE) 2016. Circa 7.500 partecipanti si sono incontrati a Strasburgo per discutere sui temi principali trattati dall'Unione Europea.

"Insieme possiamo cambiare le cose". È questo il motto dell'Evento Europeo per i Giovani (EYE - European Youth Event, n.d.t.) che a Strasburgo, dal 20 al 21 maggio 2016, ha riunito circa 7.500 giovani. L'idea è di permettere ai giovani di far sentire la propria voce attraverso dibattiti e workshop con i membri del Parlamento e con gli altri decision-maker. "Di solito solo chi abita a Strasburgo o a Bruxelles ha la possibilità di incontrarli. Qui, invece, possono farlo tutti" ha commentato Dobriyana Tropankeva, facilitatrice del gruppo TV Show all' European Youth Media Days (EYMD)

Ci sono stati più di cento dibattiti, tavole rotonde, performance e giochi. Chiunque poteva partecipare, a seconda dei propri gusti. Samantha Cristoforetti, ad esempio, l'astronauta che lavora per l'Agenzia Spaziale Europea, ha spiegato cosa si prova a vivere dentro una navicella spaziale. Un'altra tavola rotonda era dedicata al gioco "Democracy 3", in cui avevi la possibilità di essere un presidente e di avere a che fare con problemi come  criminalità, disoccupazione, debito pubblico, cambiamenti climatici... Quelli che, invece, volevano approfittare del tempo buono, potevano sbizzarrirsi con i graffiti allo Yo'Village oppure partecipare a un dibattito sulla diversità dentro una tepee. 

European Youth Media Days

Quest'anno, prima e durante l'EYE, c'è stato anche un altro evento: l' European Youth Media Days (EYMD) 2016120 giovani giornalisti provenienti da tutta Europa si sono riuniti al Parlamento Europeo di Strasburgo per seguire l'European Youth Event (EYE). I partecipanti all'EYMD hanno seguito uno dei sette workshop e ne hanno riportato i contenuti in cinque diversi formati (stampa, fotografia, radio, TV e multimedia).

Durante il workshop "Tv Show", circa 15 giovani giornalisti provenienti da 12 paesi diversi hanno intervistato parecchi Membri del Parlamento. "Uno degli scopi principali dell'EYMD è 'imparare facendo'. I partecipanti acquisiscono delle capacità che, normalmente, sono difficili da apprendere. Lavorano in grandi squadre internazionali e devono intervistare politici di alto livello" spiega Dobriyana Tropankeva.

I risultati dell'EYMD sono stati trasmessi al''EYE e pubblicati online per un pubblico più ampio. Dobriyana conclude: "È una cosa straordinaria, il Parlamento si impegna a invitare persone dai 28 Stati Membri. Si discutono tutte le questioni più importanti all'ordine del giorno in Europa. Ci sono persino dei relatori che si segnano le conclusioni più significative e le presentano al Parlamento Europeo. I Membri del Parlamento potrebbero tenerle in considerazione e, chissà, potrebbe esserci anche un seguito...". 

Cafébabel è media partner dell' European Youth Media Days.