Euromed Reporter - Dibattito cittadino a tunisi sul tema "i giovani e la partecipazione alla vita politica"

Articolo pubblicato il 18 febbraio 2014
Articolo pubblicato il 18 febbraio 2014

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

Si tratta di un evento molto atteso, che stiamo  preparando già da due mesi con il nostro partner in Tunisia, I WATCH. Finalmente, oggi ci siamo: venerdì 14 febbraio, dalle 15 alle 18, si svolgerà, a Tunisi, il primo dibattito della serie Euromed Reporter. 

Questo dibattito si inserisce nel quadro del progetto Eu­ro­med Re­por­ter, che propone, quest'anno, 3 re­por­ta­ges3 dibattiti suc­ces­sivi: prima in Tunisia, poi in Marocco e, infine, in Francia. I nostri giornalisti, selezionati per la prima tappa, sono arrivati a Tunisi. Sono stati accolti da persone del luogo, membri dell'associazione I WATCHche hanno il compito di accompagnarli. Queste persone fanno un lavoro formidabile per aiutare i giornalisti a trovare persone da intervistare e per far seguire loro eventi culturali e politici. In effetti, il tempo è contato per realizzare un reportage di qualità: meno di una settimana per scoprire la città e incontrare i giovani tunisini. Parallelamente al reportage, I WATCH organizza un dibattito sul tema "i giovani e la partecipazione alla vita politica".

Il tema è stato scelto perché in sintonia con l'attualità più recente. Nel quadro dell'adozione di una nuova costituzione, il valore democratico è cruciale. Ora, i giovani di età inferiore ai 35 anni rappresentano più della metà della popolazione tunisina. È questo il motivo per il quale I WATCH e ca­fé­ba­bel hanno voluto dare la parola ai giovani e riflettere sul ruolo che questi ultimi hanno nella vita politica.

  • Che ruolo ricoprono i giovani per contribuire a migliorare la scena politica?
  • Questo ruolo può variare in base alla posizione che i giovani rivestonono all'interno di un partito politico, o meglio, in base al loro impegno nella società civile, in particolare nelle ONG? 
  • Come si possono avvicinare i partiti politici alle organizzazioni della società civile?

È per contribuire a queste problematiche che si riuniranno circa 20 invitati, giovani attivi all'interno di partiti politici  (Afek Tu­ni­sie, Et­ta­ka­tol, Jo­hou­ri, PCOT e Coa­li­tion Dé­mo­cra­te) e nelle ONG (Défis, Open Gov, AGF, Ré­for­me, JCI Tunis, JCI Dar Chaa­ba­ne, Youth Can, Ma­j­les­sna, ATLUC, ATED, Young Lea­ders, JSF, così come il ré­seau Do­stour­na) e un pu­bblico il più vasto possibile.  

In collaborazione con I WATCH e SFCG - Morocco e con l'appoggio della Fondazione Anna Lindh.