Euro, Turchia "tagliata" dalle monetine

Articolo pubblicato il 26 settembre 2007
Pubblicato dalla community
Articolo pubblicato il 26 settembre 2007
La Turchia è europea o no? Lo scontro ai vertici delle istituzioni europee, per una volta, non si è cristallizzato in (spesso vuoti) dibattiti filosofico-geopolitici. Ma a suon di documenti PDF. All'ordine del giorno: la veste grafica dei nuovi euro dell'allargamento.

Da un lato, la Commissione Europea che propone di includere il paese anatolico nella "cartina" del continente (nell'immagine a destra). Dall'altro il Consiglio dei Ministri (che rappresenta gli Stati) che, discretamente, la "taglia" (nell'immagine a sinistra). Vedere (anche gli allegati) per credere.

A rivelarlo gli eurodeputati radicali Cappato e Pannella che hanno chiesto la rimozione delle monetine anti-turche dalla circolazione. Sì perché negli euro dei primi paesi membri che abbiamo tutti in tasca c'è un pezzettino di Turchia. Mentre in quelli entrati in circolazione in Slovenia, entrata in Eurolandia il 1° gennaio, la Turchia è sparita. Secondo il diktat del Consiglio. Ora i radicali chiedono di ritirare 31 miliardi di monetine da sostituire progressivamente. Riusciranno i nostri eroi...?

Ma al di là delle monetine cosa pensare dell'ingresso della Turchia nell'Ue? Per il momento nulla è deciso, i negoziati continuano e il forum di cafebabel.com si infiamma. Qui posso dire solo che durante il mio anno Erasmus ho conosciuto un caro ragazzo di Istanbul, Dogan Mert che saluto, e non posso dire che mi sentissi più lontano dalla sua cultura che da quella - chesso' - tedesca o svedese. Ragazzi, a me sembrava un po' napoletano...

Del resto, come ci racconto' Erri De Luca l'identità mediterranea spesso prevale su quella europea. Ma questo è un altro discorso... O no?