EU Debate 2014: mio padre alla tv

Articolo pubblicato il 30 aprile 2014
Articolo pubblicato il 30 aprile 2014

Chi vuole es­se­re il nuovo Bar­ro­so? Il 28 aprile ab­bia­mo avuto modo di sco­prir­lo. Que­sta è la prima volta che il pre­si­den­te della Com­mis­sio­ne eu­ro­pea sarà elet­to de­mo­cra­ti­ca­men­te. É anche la prima volta che i can­di­da­ti si mi­su­ra­no in te­le­vi­sio­ne. Come si suol dire, "que­sta volta è di­ver­so." Chi me­ri­ta di rag­giun­ge­re la vetta del­l'UE?  

Ska Kel­ler, 32, Ger­mania, Par­ti­to Verde Eu­ro­peo 

Tra­du­zio­ne: Fac­cia­mo dello ska con la Kel­ler, lei ha por­ta­to del­l'a­ria fre­sca nel di­bat­ti­to e suona come una nuova mu­si­ca per l'UE.

Ska Kel­ler ha pro­po­sto un “green new deal” con il man­tra: “un'Eu­ro­pa più de­mo­cra­ti­ca che si oc­cu­pi della gente”. Forse può ri­sul­ta­re ba­na­le e già sen­ti­to... O forse po­treb­be suo­na­re come una nuova mu­si­ca per il Vec­chio Con­ti­nente. I suoi so­ste­ni­to­ri sono con­vin­ti che la me­lo­dia di Ska possa es­se­re la nuova co­lon­na so­no­ra di un'Eu­ro­pa che ha bi­so­gno di ispi­ra­re sol­i­dar­ietà e so­lu­zio­ni so­cia­li ed eque.

Tra­du­zio­ne: Ska Kel­ler é gra­de­vo­le, ma molte delle sue ri­spo­ste sono "un'O­dis­sea di libere ­as­so­cia­zio­ni­." Molte pa­ro­le, poche so­lu­zio­ni.

Tut­ta­via, al­cu­ni hanno pen­sa­to che que­ste vi­sio­ni uto­pi­che fos­se­ro piene di fumo. Molte pa­ro­le, molti sogni, ma poche "so­lu­zio­ni con­cre­te". Forse per­ché é la can­di­da­ta più gio­va­ne, forse per­ché é la can­di­da­ta dei verdi, forse a causa delle "so­lu­zio­ni gan­d­hia­ne" alla crisi ucrai­na, ma la mag­gior parte dei suoi de­trat­to­ri l'ac­cu­sa in­ge­nui­tà e di por­ta­re avan­ti degli idea­li uto­pi­ci.

Trans­la­tion: Chi ha con­si­glia­to ai can­di­da­ti come ve­stir­si? Ska Kel­ler si salva.

Ska Kel­ler of­fre un'im­ma­gi­ne com­plea­men­te di­ver­sa a quel­la dei "3 vec­chi della po­li­ti­ca eu­ro­pea”. Eb­be­ne si cari miei,  la po­li­ti­ca non ha sol­tan­to un co­di­ce co­mu­ni­ca­ti­vo ma anche uno che ri­guar­da il ve­stia­ro. Fran­zi­ska, la 32en­ne te­de­sca, in­dos­sa una giac­ca di un rosso in­ten­so e sor­ri­de. Tutto un altro mondo ri­spet­to alla cra­vat­ta di Ver­hof­s­tadt co­lo­re "moc­cio", l'a­ria au­ste­ra e un po' spet­tra­le di Junc­ker e la barba di Schulz. Il verde é il co­lo­re della spe­ran­za, il rosso quel­lo della pas­sio­ne (e co­mun­que il "rosso" Tsi­pa­ras non era pre­sen­te per ri­ven­di­ca­re il copy­right.)

Guy Ver­hof­s­tadt, 61, Bel­gio, Li­be­ra­li Eu­ro­pei

Tra­du­zio­ne: Ver­hof­s­tadt 50/50 uo­mi­ni/donne nella Com­mis­sione. Co­rag­gio­so!

Guy Ver­hof­s­tadt: Il belga li­be­ra­le ha rac­col­to molti ap­plau­si per avere pro­mes­so una per­cen­tua­le del 50% di donne nella com­mis­sio­ne se do­ves­se es­se­re elet­to. “Co­rag­gio­so”!

E in ef­fet­ti si trat­ta di una que­stio­ne ur­gen­te per­ché solo 9 dei 28 Com­mis­sari at­tua­li sono donne.

La sua vi­sio­ne eco­no­mi­ca per il fu­tu­ro del­l'UE é più con­ten­sta­ta. La gente ha paura di una mi­no­re re­go­la­men­ta­zio­ne e più pri­va­ti­zza­zioni.

Ma alla fine Guy Ver­hof­s­tadt può dav­ve­ro con­ta­re sul­l'ap­pog­gio della sua fa­mi­glia. Suo fi­glio Louis lo ha per­si­no ri­co­no­sciu­to alla TV: “Quel­lo é 'MIO' padre”.

Mar­tin Schulz, 58, Ger­mania, Par­ti­to So­cia­li­sta Eu­ro­peo 

Tra­du­zio­ne: se non fossi fer­ma­men­te di cen­tro­de­stra, po­trei es­se­re ten­ta­ta da Schulz... ha una vi­sio­ne d'Eu­ro­pa molto più chia­ra di quel­la di Junc­ker

La vi­sio­ne del­l'Eu­ro­pa di Schulz vi­sion é dun­que ab­ba­stan­za chia­ra per ten­ta­re l'ala de­stra del par­ti­to più ol­tran­zi­sta? A quan­to pare ha im­pa­ra­to la le­zio­ne. Ma in que­sto caso, l'in­er­zia é dalla parte di Junc­ker. Ma aspet­ta­te un mo­men­to... qual é la sua vi­sio­ne d'Eu­ro­pa? Puoi dav­ve­ro espri­me­re una vi­sio­ne chia­ra in 30 se­con­di?

Que­sto spet­ta­to­re ca­la­bre­se pensa che Schulz do­vreb­be an­da­re in giro e ba­sa­re le sue po­li­ti­che sulle evi­den­ze ri­scon­tra­te sul ter­ri­to­rio, in que­sto caso il co­sen­ti­no. Cer­ta­men­te Schulz non può es­se­re ac­cu­sa­to per la cor­ru­zio­ne in Ita­lia, ma le cri­ti­che nei con­fron­ti della "bolla di Bru­xel­les" non é priva di ­fondeamento.

Trans­la­tion: la gio­va­ne verde Kel­ler vince, Junc­ker perde e...

Lo stile di Schulz: Quan­do ha par­la­to della lea­der­ship Schulz ha detto di es­se­re pron­to per es­se­re la no­stra “pop­star”. Aspet­tia­mo con im­pa­zien­za il mo­men­to in cui ap­pa­ri­rà nelle clas­si­fi­che ac­can­to a Bono Vox.

Jean-Claud Junc­ker, 59, Lus­sem­bur­go, Par­ti­to Po­po­la­re Eu­ro­peo

Tra­du­zio­ne: Junc­ker é una pia­ce­vo­le sor­pre­sa. De­stra, si, ma una de­stra in­tel­li­gen­te e non pop­ulista.

Tro­va­re un tweet po­si­ti­vo sulla per­for­man­ce di Junc­ker é stato dav­ve­ro una sfida. In ogni caso, il "com­pli­men­to" di non es­se­re po­pu­li­sta é un po' ten­den­zioso. Guy Ver­hof­s­tadt ha rin­fac­cia­to a Junc­ker di an­no­ve­ra­re nel suo par­ti­to il lea­der po­pu­li­sta Sil­vio Berlus­coni, alla vi­gi­lia della gaffe sui campi di con­cen­tra­men­to. Anche Ska Kel­ler ha at­tacato Junc­ker, af­fer­man­do che il PPE ri­pe­te degli slo­gan  del­l'e­stre­ma de­stra po­pu­li­sta: “on­da­te mi­gra­to­rie” come...??

Tra­du­zio­ne: Ma­da­me Tus­sauds ha pre­sen­ta­to una nuova sta­tua sta­se­ra! Quasi come se fosse viva! 

Ov­via­men­te non si può rim­pro­ve­ra­re a Junc­ker di so­mi­glia­re ad un mo­del­lo di cera, ma lo si può ac­cu­sa­re be­nis­si­mo di es­ser­si com­por­ta­to da tale. E il po­li­ti­co lus­sem­bur­ghe­se é stato cri­ti­ca­to per il suo stile poco reat­ti­vo. Sa­reb­be stato me­glio per il suo in­di­ce di gra­di­men­to se non si fosse pre­sen­ta­to del tutto?

L'au­to­bus di Junc­ker… Certo non é ca­ri­no. Ed ha of­fer­to all'ac­count pa­ro­di­co del pa­gi­na twit­ter di Junc­ker degli spun­ti di co­mi­ci­tà: “I prin­ci­pa­li temi della mia cam­pa­gna per l'#EU­de­bate2014: la­vo­ro, la­vo­ro, la­vo­ro, cit­ta­di­ni, cit­ta­di­ni. Ho un au­to­bus. Ho un au­to­bus” “Sto aspet­tan­do il di­bat­ti­to (#EU­de­bate2014) di sta­se­ra." Si po­treb­be­ro im­ma­gi­na­re i ti­pi­ci canti come "Go Junc­ker" con al­cu­ne ado­le­scen­ti che gri­da­no e si agi­ta­no. Schulz non é l'u­ni­ca rock­star che offre la casa.

Alé­xis Tsípras,  39, Gre­cia, Par­ti­to della Si­ni­stra Eu­ro­pea 

Non per­ve­nu­to...