Studiare la lingua francese...domande e risposte...

Articolo pubblicato il 25 luglio 2013
Pubblicato dalla community
Articolo pubblicato il 25 luglio 2013

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

Imparare una lingua è una cosa che tutti possono fare, e a qualsiasi età, perché non si è mai troppo vecchi per imparare una lingua! In molti paesi è perfettamente normale che la maggior parte della popolazione abbia la padronanza di tre lingue. Nell'Unione europea queste persone hanno la possibilità di trarre pienamente vantaggio dalla cittadinanza europea e dal mercato unico. Sono in grado di muoversi più facilmente tra paesi diversi per motivi di formazione, di lavoro o di altro tipo, e le loro conoscenze linguistiche vengono apprezzate dai datori di lavoro.

Ma è importante chiedersi perché si vuole imparare una lingua e quale lingua in particolare. Più le motivazioni sono chiare, maggiori saranno le possibilità di successo. Si può voler studiare una lingua straniera per capire meglio la gente del luogo quando si va in vacanza all'estero, oppure per ragioni professionali, oppure soltanto per conoscere persone di altri paesi e culture. Sono tutti buoni motivi per imparare una lingua straniera! Ma non bisogna scordare che ce ne sono tanti altri. Un numero crescente di imprese sta infatti investendo nella formazione linguistica del proprio personale o tende ad assumere persone che già conoscono le lingue. Tale tendenza non interessa soltanto i livelli dirigenziali, ma anche quelli più bassi. La conoscenza delle lingue può migliorare le proprie prospettive di lavoro; imparare una lingua può contribuire ad accrescere la propria autostima e indurre a parlare più chiaramente e quindi ad esprimersi meglio anche nella propria lingua; parlare una lingua straniera può aiutare a capire altre culture e modi di vivere, consentendo di abbattere le barriere che dividono i popoli.

A prescindere dalle situazioni personali, se si è consapevoli delle motivazioni che inducono ad imparare una lingua straniera, è più facile perseguire i propri obiettivi e seguire con costanza il processo di apprendimento. Non dimentichiamoci che l’età ha poca importanza quando si è desiderosi d’imparare. È infatti scientificamente provato che il nostro cervello può acquisire delle conoscenze a tutte le età. Il nostro cervello è la parte di noi che invecchia di meno durante l’arco della nostra vita. Ciò che dobbiamo fare, però, è allenare la nostra memoria per non dimenticare o fare confusione.

Imparare qualsiasi lingua, è possibile; ed il motivo per cui desideriamo imparare è per allargare i nostri orizzonti, aprire delle porte, disporre del grande vantaggio della comunicazione. Questa è la chiave dell’interazione fra le persone, del loro avvicinamento. Non è forse vero che il fatto di potersi esprimere, anche solo un pochino, nella lingua del nostro interlocutore straniero, rappresenta il più grande omaggio che gli si possa rendere? Che sia orale, scritta o iconica, la comunicazione produce una reazione. Ricevere un feed-back, è uno dei principi fondamentali della comunicazione.

Non solo la lingua è il modo più semplice di esprimere uno stato d’animo, ma al giorno d’oggi occupa un posto molto importante nelle nostre vite. Ed è anche vero che, sempre al giorno d’oggi, la conoscenza di più lingue ci fa guadagnare terreno nella vita quotidiana. L’UE stessa ha come obiettivo quello di aiutare a padroneggiare tre lingue, almeno (la lingua materna ed altre due lingue straniere).

Ma imparare una lingua straniera necessita di uno sforzo supplementare, e di una forte motivazione; anche perché l’apprendimento di una lingua straniera non ha mai fine, la lingua è un organismo che cambia man mano che il tempo passa. Ecco perché il processo di apprendimento di una lingua è così complesso, ma anche così arricchente.

Che sia per soddisfare una curiosità personale, delle aspirazioni, o ragioni sentimentali, o qualunque sia il motivo, imparare una lingua straniera richiede del tempo ma anche qualche sforzo. In ogni caso, è bene avere le idee chiare riguardanti il motivo per cui si decide di imparare una nuova lingua, anche perché questo aiuterà l’apprendente ad essere più motivato. 

Se il nostro lavoro necessita di contatti regolari con delle persone che parlano una lingua straniera, il fatto di imparare questa lingua ci permetterà di comunicare più efficacemente con loro. La conoscenza di una lingua straniera aumenterà, inoltre, le possibilità di trovare un nuovo lavoro, di ottenere una promozione, etc.

La maggior parte degli anglofoni non si preoccupano tanto di studiare un’altra lingua, perché considerano che la maggior parte dei loro interlocutori, in particolare i giovani, parlino l’inglese. Tutt’altra preoccupazione devono invece avere i parlanti italofoni, germanofili, ispanofoni, ma anche francofoni. Ed è stato proprio sulla lingua francese che questo lavoro ha inteso mettere il segno, anche perché questa è una lingua parlata in tutto il mondo. Infatti più di 200 milioni di persone parlano il francese sui 5 continenti. La Francofonia comprende 68 Stati e governi. Nel mondo, il francese è la lingua straniera maggiormente studiata dopo l’inglese, e la nona lingua più parlata del pianeta. Inoltre, il francese, così come l’inglese sono le due sole lingue che si possono imparare in tutti i paesi del mondo. La Francia dispone della più vasta rete di istituti culturali all’estero, grazie alla quale vengono offerti corsi di francese a più di 750 mila persone ogni anno. Ma il francese è anche una lingua per trovare lavoro: parlare il francese e l’inglese è un grande vantaggio per chi voglia inserirsi con successo nel mercato internazionale del lavoro. La conoscenza del francese apre infatti le porte delle imprese francesi in Francia e nei paesi francofoni: Canada, Svizzera, Belgio e continente africano. La Francia, quinta potenza commerciale e terzo paese nella raccolta degli investimenti stranieri, è certamente un partner economico di primo piano. Non dimentichiamoci però che questa è anche la lingua della cultura. Il francese è la lingua internazionale della cucina, della moda, del teatro, delle arti visive, della danza e dell’architettura. Conoscere il francese significa poter godere delle versioni originali dei grandi testi della letteratura francese e francofona, delle opere cinematografiche e delle canzoni. Il francese è la lingua di Victor Hugo, di Molière, di Léopold Sendar Senghor, di Edith Piaf, di Jean-Paul Sartre, di Alain Delon o di Zinedine Zidane! È una lingua per viaggiare, infatti la Francia è la nazione più visitata al mondo, con più di 70 milioni di turisti all’anno.

Con qualche nozione di francese, è molto più divertente visitare Parigi e le altre regioni (dalle dolci contrade della Costa Azzurra alle cime innevate delle Alpi, passando per le selvagge scogliere della Bretagna), ed è anche più piacevole comprenderne la cultura, il “genio” ed i segreti del buon vivere. Il francese è altrettanto utile se si desidera visitare l’Africa, la Svizzera, il Canada, Monaco, le Seychelles... 

Ma non solo. Parlare il francese permette di continuare gli studi in Francia presso università altamente qualificate, oppure presso gli istituti superiori (“Grandes Ecoles”) per il commercio e per l’ingegneria tra i migliori d’Europa e del mondo intero. Gli studenti che conoscono il francese possono inoltre beneficiare di borse di studio governative per frequentare, in Francia, le facoltà universitarie di tutte le discipline ed infine ottenere un diploma con validità internazionale.

Detto ciò, il francese è quindi considerata lingua di lavoro, nonché lingua ufficiale, all’ONU, nell’Unione Europea, all’UNESCO, alla NATO, al Comitato Internazionale Olimpico, alla Croce Rossa Internazionale, e presso molte altre istituzioni giuridiche internazionali.

Inoltre, il francese è la lingua delle tre città sedi delle istituzioni europee: Strasburgo, Bruxelles e Lussemburgo. Ma è anche una lingua utile per aprirsi al mondo; infatti dopo l’inglese e il tedesco, il francese è la terza lingua utilizzata in Internet, prima dello spagnolo.

Capire il francese permette quindi di gettare uno sguardo diverso sul mondo, comunicando con i francofoni di tutti i continenti e mantenendosi informati grazie ai grandi media internazionali che trasmettono in lingua francese (TV5, France 24, Radio France Internationale).

Ad ogni modo, il francese è una lingua piacevole e facile da imparare. Esistono numerosi metodi per apprendere il francese divertendosi, per ragazzi e per adulti. E si possono rapidamente raggiungere buoni livelli di competenza, che dopo poche lezioni permettono allo studente di comunicare utilizzando la lingua senza particolari difficoltà.

E comunque, imparare il francese aiuta ad imparare altre lingue, in particolare le lingue latine (lo spagnolo, il portoghese o il romeno), ma anche l’inglese, poiché il francese ha fornito più del 50% del vocabolario inglese attuale. Ma imparare il francese è infine soprattutto il piacere d’imparare una lingua bella, ricca e melodiosa, spesso chiamata “la lingua dell’amore”. Il francese è tuttavia anche una lingua analitica, che struttura il pensiero e sviluppa le capacità critiche, indispensabili nelle discussioni e per portare a buon fine dei negoziati.