Elezioni USA: la Clinton in vantaggio su Trump?

Articolo pubblicato il 30 settembre 2016
Articolo pubblicato il 30 settembre 2016

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

Clinton-Trump, il primo sondaggio conferma il vantaggio della candidata democratica 

    Elezioni Usa 

Si terranno l'8 Novembre 2016 le prossime elezioni presidenziali negli Stati Uniti d'America. Quel giorno verrà eletto il 45-simo Presidente USA che succederà a Barack Obama, non più eleggibile in quanto, per quella data, sarà in carica da 8 anni e avrà raggiunto il limite di due mandati così come prevede la Costituzione americana, più precisamente come è scritto nel XXII emendamento.

    Regole generali 

Il meccanismo di elezione è molto particolare, si tratta di un suffragio semidiretto: il Presidente viene infatti incaricato da un collegio elettorale di 538 grandi elettori a loro volta eletti, in maniera diretta, il martedì successivo al primo lunedì del novembre dell'ultimo anno del mandato del Presidente in carica. In base alla propria popolazione, ogni singolo Stato appartenente alla federazione elegge un numero di delegati pari al numero di rappresentati dello Stato stesso nel Congresso.

Per essere incaricato, il candidato deve avere la maggioranza assoluta e avrà un mandato di quattro anni. Per poter essere candidabile ed eventualmente eleggibile chi si presenta alla elezioni deve essere cittadino statunitense per nascita, qui risiedere dal almeno 14 anni e avere almeno 35 anni compiuti. I due principali partiti politici esistenti, Repubblicano e Democratico, determinano i propri candidati dopo aver svolto elezioni primarie, che si svolgono in maniera diversa a seconda dello Stato nel quale si svolgono. 

    La Clinton VS Trump

I numeri dopo la storica serata che ha visto contrapposti i due candidati alla Casa Bianca sembrano dare ragione all Clinton.  In italia l'atteso confonto è stato  trasmesso da Rai News 24.

Hillary ha vinto, ma non è un trionfo, e i duelli tv raramente sono decisivi. Esce il primo sondaggio dopo la storica serata in cui quasi 100 milioni di americani hanno guardato il dibattito fra Donald Trump e Hillary Clinton.

Si conferma il verdetto dei media, degli esperti, e degli instant poll fatti nella tarda serata di lunedì dalla Cnn. Hillary ne esce con tre punti di vantaggio su Trump, il beneficio netto del duello televisivo sembra reale. Ma non immenso. Lo stesso sondaggio, effettuato da Politico.com e Morning Consult dava la Clinton davanti di un punto. Quindi l'effetto netto della serata alla Hofstra University sarebbe un rimbalzo positivo di due punti percentuali, buono ma non clamoroso. Attendiamo il secondo round....