ELEZIONI EUROPEE 2014: andare a votare o fare una grigliata?

Articolo pubblicato il 04 maggio 2014
Articolo pubblicato il 04 maggio 2014

Man­ca­no meno di quat­tro set­ti­ma­ne alle Ele­zio­ni eu­ro­pee e Ca­fé­ba­bel Ber­li­no si mo­bi­li­ta. Che cosa o chi  votiamo ve­ra­men­te in que­sta oc­ca­sio­ne? Per­ché ci ri­guar­da? Di quan­ta Eu­ro­pa ha bi­so­gno Ber­li­no? Se volete sa­pe­re per­ché il clima estivo non do­vreb­be farci di­men­ti­ca­re di an­da­re alle urne il 25 mag­gio 2014, continuate a leggere.

Avete già pro­gram­mi per do­me­ni­ca 25 mag­gio 2014? Se qual­cu­no si pre­gu­sta già una gior­na­ta di ozio al parco con birra e wur­stel o il primo tuffo in uno dei tanti laghi della pe­ri­fe­ria ber­li­ne­se, qual­cun altro non de­si­de­ra di me­glio che fare una bella dor­mi­ta per smal­ti­re la sbor­nia della sera prima. No­no­stan­te que­sto, ci sono buoni mo­ti­vi per cui il 25 mag­gio si deve re­si­ste­re, al­me­no per dieci mi­nu­ti, alle ten­ta­zio­ni del grill e del letto: quan­to basta per ap­por­re la pro­pria cro­cet­ta sulla sche­da elet­to­ra­le delle Ele­zio­ni eu­ro­pee 2014.  

Eu­ro­pa... cosa? per­chE' il voto conta 

Per l’ot­ta­va volta nella sto­ria dell’Unio­ne eu­ro­pea i cit­ta­di­ni pos­so­no vo­ta­re di­ret­ta­men­te il Par­la­men­to eu­ro­peo con sede a Bru­xel­les e a Stra­sbur­go – ma non po­treb­be­ro es­se­re meno in­te­res­sa­ti. Alla vi­gi­lia delle ele­zio­ni, su tutti i ca­na­li e at­tra­ver­so tutti i par­ti­ti si la­men­ta il fatto che la po­po­la­zio­ne è stan­ca di vo­ta­re. Per­ché quasi nes­su­no co­no­sce i can­di­da­ti di spic­co? Per­ché Bru­xel­les è an­co­ra per­ce­pi­ta così di­stan­te? Qual è la vera posta in gioco nella te­mu­ta "Avan­za­ta dei di­rit­ti in Eu­ro­pa"? E per­ché il nome di Mar­tin Schulz fa pen­sa­re solo allo stu­pi­do pa­ra­go­ne fatto da Ber­lu­sco­ni con un uomo delle SS, pa­ra­go­ne che do­vreb­be es­se­re già da tempo pre­scrit­to? 

Ca­fé­ba­bel Ber­lin è del­l’idea che una cro­cet­ta non sia un im­pe­gno trop­po gran­de per il fu­tu­ro po­li­ti­co del­l’Eu­ro­pa, per que­sto fino al 25 mag­gio vi par­le­re­mo di tutto ciò che è im­por­tan­te per que­ste Ele­zio­ni eu­ro­pee. Come fun­zio­na­no le ele­zio­ni eu­ro­pee e chi vo­tia­mo esat­ta­men­te? Quali cause so­sten­go­no dav­ve­ro Jean-Clau­de Junc­ker, Mar­tin Schulz e gli altri can­di­da­ti? Che cosa mi dice Wa­hl-O-Mat? Quali po­si­zio­ni hanno i par­ti­ti ri­guar­do la tu­te­la am­bien­ta­le e la pa­ri­tà dei di­rit­ti? Po­te­te leg­ge­re que­sto e molto altro al­l’in­ter­no del no­stro ma­ga­zi­ne. Inol­tre, po­te­te in­for­mar­vi pres­so la Bun­des­zen­tra­le für po­li­ti­sche Bil­dung (bpb). Per­ché il 25 mag­gio si possa dav­ve­ro in­ter­rom­pe­re l‘ozio per an­da­re a mettere una cro­cet­ta. 

ELE­ZIO­NI EU­RO­PEE 2014 Su CA­FÉ­BA­BEL BER­LINo

Dal mo­men­to che l’Eu­ro­pa non ha sol­tan­to un lato hippy, ap­pas­sio­nan­te e gio­va­ne, ma ha bi­so­gno anche di isti­tu­zio­ni po­li­ti­che, il 25 mag­gio 2014 è un ap­pun­ta­men­to fisso nei no­stri ca­len­da­ri. Quan­do, che cosa, dove, per­ché an­da­re a vo­ta­re? Tro­va­te mag­gio­ri in­for­ma­zio­ni sul gior­no delle ele­zio­ni, sui par­ti­ti e sulla strut­tu­ra po­li­ti­ca dell‘UE in ge­ne­ra­le al­l’in­ter­no del ma­ga­zi­ne e, come sem­pre, su Face­book e Twit­ter