È nata una stella

Articolo pubblicato il 15 marzo 2006
Articolo pubblicato il 15 marzo 2006

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

Benché non possa dire che mio fratello sia nato navigando nell’oro, lo considero comunque estremamente fortunato: infatti, qualunque cosa combini, cade sempre in piedi. Che sia nato sotto una stella fortunata? Gli spagnoli sarebbero d’accordo: infatti quando dicono se nace con estrella, significa che si nasce sotto la buona stella. Anche in Germania i fortunati sono contrassegnati da una stella, ma è buona, e non fortunata (unter einem guten Stern)!

Sembra che la fortuna e la buona sorte siano il più delle volte associate ai beni materiali e alla stabilità economica. Per esempio, in Francia, un neonato che nasce con in bocca un cucchiaio d’argento, être né avec une cuillère en argent dans la bouche, ha buone possibilità di diventare un figlio di papà. Ma ironicamente, si dice anche avoir une chance de cocu, detto di un uomo perennemente tradito dalla propria fidanzata. Mentre in Italia, se qualcuno è fortunato, si dice che è nato con la camicia.

Senza camicia, senza cucchiaio, senza stella o senza un tozzo di pane, persino senza un fiore nel sedere (nel catalano aquest ha nascut amb una flor al cul)... pare che in Spagna la fortuna sorrida solo ad alcuni: unos nacen con estrella y otros nacen estrellados.