Dove l'acqua (non) scorre. Le immagini mozzafiato

Articolo pubblicato il 02 novembre 2006
Pubblicato dalla community
Articolo pubblicato il 02 novembre 2006

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

Viaggio tra i paesaggi europei e mediterranei con protagonista l’acqua. Immortalati dagli internauti.

Río Tinto in Spagna - Foto, Sml!-Flickr

Río Tinto, Spagna

Il Río Tinto, nel sud della Spagna, nasce in una conca mineraria di metallo. Il suo colore è rosso come quello del vino rosso (in spagnolo, vino tinto). Non è inquinato, ma le uniche forme di vita si riducono a qualche specie di batteri e funghi. Ci si può accedere in treno da Nerva (provincia di Huelva), costruito nel Diciannovesimo secolo dagli inglesi che esploravano le miniere di metallo.

Foto: Sml – Flickr. España

Il deserto di Assuan, Egitto - Foto, DrFloyd-Flickr

Deserto di Assuan, Egitto

Il 90% dell’Egitto è formato da deserti. Nelle immediate vicinanze di Assuan, nei pressi del Nilo, la sabbia del deserto acquisisce questa tonalità metallica. E così sembra che stia prendendo fuoco.

Foto, DrFloyd – Flickr, Assuan

Gole di Plitvice, Croazia - Foto, Nóra Farkas

Gole di Pltivice, Croazia

Le spettacolari gole di Plitvice, vicino a Zagabria, in Croazia, comprendono 24 laghi e cascate enormi. Vi si accede dall’autostrada. È un luogo molto amato dai turisti appassionati della natura dei Balcani. A mezzogiorno l’acqua assume un colore turchese che ricorda le coste caraibiche. L’Unesco ha dichiarato il luogo Patrimonio dell’Umanità.

Foto: Nóra Farkas, Budapest

Isola dei Conigli, Libano - Foto, Perrine Malaud

Isola dei Conigli, Libano

Di fronte alle cose del Libano, il Paese con la più grande vegetazione del Medio Oriente, si trova l’Isola dei Conigli. Vi si accede in barca dalla città libanese Tripoli. Oltre alle spiagge sabbiose, l’isola ha una gran quantità di sorgenti d’acqua dolce. Durante il protettorato francese si utilizzò l’isola come allevamento di conigli per la caccia.

Foto: Perrine Malaud, Beirut

Laguna di Cracovia, Polonia - Foto, Jan Scharlau

Laguna di Cracovia, Polonia

La laguna di Cracovia si trova nel quartiere di Zakrzowek. Con più di 40 metri di profondità, gli abitanti della splendida città polacca la utilizzano come bagno estivo. Vi si arriva in 20 minuti a piedi dalla città.

Foto: Jan Scharlau, Berlino

Desierto y aguas saladas en Chott El Herid, Túnez - Foto, ValeO - Flickr

Deserti e acque salate a Chott El Jerid, Tunisi

Alle porte del Sahara, a Tunisi, Chott El Jerid è uno spazio irreale. I suoi laghi di sale seccato generano migliaia di illusioni ottiche e lingue di acqua di colori variabili, dal rosso, al nero e al rosa. Non c’è vita: ma sono all’origine delle famose rose del deserto.

Foto: ValeO – Flickr, Túnez

Gole del Verdon, Francia - Foto, Jan Scharlau

Valli di Verdun, Francia

A tre ore da Nizza ecco le splendide valli di Verdun. Scoperte solo un secolo fa, le vertiginose pareti di questo canyon possono essere visitate in una giornata, in canoa. Si può arrivare in macchina.

Foto: Jan Scharlau, Berlino

Costas de Lituania - Foto, Michal Drab

Dune di Kursius Spit, Lituania

Le coste lituane sono caratterizzate da enormi dune che misero in pericolo decine di popolazioni costiere. Nel Diciannovesimo secolo dei programmi massicci di riforestazione riuscirono a frenare l’avanzata delle dune verso l’interno. Ma oggi c’è il rischio che spariscano nel mare.

Foto: Michal Drab, Bratislava

Desero di Tabernas - Foto, Egaldu - Flickr

Deserto di Tabernas, Spagna

Vicino ad Almería, nelle zona sud-est dell’Andalusia, si trova l’unico deserto ufficialmente riconosciuto come tale in Europa. Nei suoi paesaggi sono state girati decine di film western, con John Wayne come protagonista e Sergio Leone alla regia, negli anni Sessanta e Settanta. Per accedere agli antichi luoghi dei mitici western basta una passeggiata di mezz’ora in macchina da Almería verso nord.

Foto, Egaldu – Flickr, Almería