DOVE FINISCE L'EUROPA?

Articolo pubblicato il 19 ottobre 2013
Articolo pubblicato il 19 ottobre 2013

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

Dalla sua nascita, l'Europa è stata culla di svariati avvenimenti e testimone dell'ascesa e della caduta di numerosi Paesi. Per questo motivo i confini europei hanno subito costanti modifiche e vari gruppi etnici si sono mescolati tra loro... Qual'è quindi l'immagine dell'Europa di oggi?

Articolo di Gayk Ayvazyan

Dalla sua nascita, l'Europa è stata culla di svariati avvenimenti e testimone dell'ascesa e del tramonto di numerosi Paesi. Per questo motivo i confini europei hanno subito costanti modifiche e vari gruppi etnici si sono mescolati tra loro... Qual'è quindi l'immagine dell'Europa di oggi? Con l'adesione della Croazia, il numero di Paesi europei è cresciuto a 28, nuovi confini sono stati stabiliti. Tuttavia il dibattito riguardo ai Paesi candidati e alla loro "adeguatezza" nella famiglia dell'Unione non giungerà mai ad una conclusione: definire i confini dell'Europa, dove essa finisca e quali Stati vi appartengano continua ad essere una questione particolarmente complessa.

Per farla breve devo specificare che questo sovracitato confine è più che altro un termine politico che culturale. In parole povere, l'Europa finisce dove la percezione dei valori è diversa da quella europea. Questo cosa dovrebbe significare? Considero l'Europa di oggi la dimora di numerose nazionalità, ma comunque ci sono una serie di tradizioni e valori a cui tutti i gruppi etnici dovrebbero attenersi. Questi standard furono stabiliti dai Paesi fondatori dell'UE e dai più potenti Stati europei, dettati dalla storia e da vari fattori politici. È per questo che ogni nuovo Stato è tenuto ad aderire a tali norme. Etimologicamente, il termine "Europa" deriva dal greco, e nonostante la Grecia non faccia parte degli Stati fondatori dell'Europa, la sua cultura è profondamente radicata nell'idea delle tradizioni europee. Per questo motivo è saggio pensare che ogni Stato di questa regione dai tratti comuni possa essere considerato europeo, fintantoché esso sia in grado di aggiungere del nuovo al concetto di valori europei e sia in qualche modo connesso a queste idee condivise.

Leggi l'articolo intero