Crisi economica: alla periferia dell’Europa i primi sintomi

Articolo pubblicato il 24 marzo 2009
Articolo pubblicato il 24 marzo 2009
Malik Duranty è un giovane laureato in Scienze Politiche all’Università delle Antille e della Guyana. Secondo lui i primi segni della crisi cominciano si fanno sentire nelle regioni ultraperiferiche dell’Ue, territori insulari e poco autonomi. Una riflessione.

«Alla luce della crisi attuale, possiamo fare questa considerazione. È nei territori ultraperiferici che scoppiano le prime denunce e le prime mobilitazioni sociali, conseguenza diretta degli effetti che la crisi ha sugli individui a livello locale. Nelle regioni ultraperiferiche francesi (Rup), caratterizzate da un bassissimo livello di autonomia, emergono i primi fermenti di una mobilitazione destinata ad allargarsi. Il che apre una serie di questioni relative all’efficacia e all’attuazione dell’autonomia di queste regioni.

Le particolarità delle Rup

Le Rup hanno delle peculiarità istituzionali e statutarie che sono il riflesso della loro disuguaglianza spaziale, geografica, storica, della loro insularità e della loro lontananza dalle istituzioni. È l’Ue a sostenere il principio di sussidiarietà (in base al quale il potere decisionale è delegato quanto più possibile ai gradini più bassi della scala gerarchica), che si basa su competenze in ambito sociale. Per mettere in atto queste politiche pubbliche è necessaria una certa prossimità, a livello regionale o locale. Tuttavia, a sentire i dibattiti al Parlamento europeo, la distanza fra le istituzioni dell’Ue e la realtà umana di questi popoli è grande. Da novembre 2007 a giugno 2008, quattro sentenze della Corte di giustizia delle comunità europee (Cgce) hanno anteposto, per esempio, i diritti delle imprese a quelli dei lavoratori. Il Parlamento europeo ha dimostrato che i contenziosi dell’Ue in materia sociale sono molto concreti e non possono più essere ignorati. Sembra chiaro, perciò, che difficilmente l’Ue si dimostrerà più sensibile ai temi sociali.

Le proteste contro il caro vita e per salari più alti sono arrivate anche nelle Rup francesi e ostacoleranno un avvicinamento dei popoli della regione all’Europa. Ma le elezioni europee di giugno 2009 si avvicinano in fretta e saranno l’occasione per discutere del carattere sociale dell’Unione, così come del ruolo del Parlamento all’interno del sistema politico-amministrativo della UE».

Tratto da Autonomie: un phénomène réellement obscur (Autonomia: un fenomeno davvero oscuro)