'Cosa sarebbe successo se..?': gli studenti ridisegnano il 2011

Articolo pubblicato il 20 dicembre 2011
Articolo pubblicato il 20 dicembre 2011
Proteste, crisi europea ed elezioni: è troppo facile ritenere inevitabili gli eventi che abbiamo letto sui giornali. Finora, molto spesso sono il risultato di incontri casuali, decisioni spontanee e sensazioni personali. E' la sorte a guidarli. Abbiamo chiesto a quattro studenti europei di re-immaginare i grandi eventi del 2011: 'Cosa sarebbe successo se?'

E se... avessero ascoltato gli indignati?

Trevor Fountain. Americano, vive a Edinburgo, Regno Unito.

E se... Cameron avesse perso il controllo della situazione?

Nell'agosto 2011 le rivolte partirono da Londra per poi diffondersi in altre città britanniche. Cosa sarebbe successo se il primo ministro David Cameron avesse perso il controllo del Paese?

Ceris Aston, Dumfries, Regno Unito.

E se... non fossero scoppiate le proteste in Russia?

Dopo le dichiarazioni sulle manipolazioni elettorali parlamentarie russe del 4 dicembre, un numero straordinario di persone ha invaso le strade chiedendo nuove elezioni. Cosa sarebbe successo se le proteste non fossero mai iniziate?

Sasha Stepanova, Parigi, Francia

E se... Sarkozy avesse perso le staffe con la Merkel?

Il cancelliere tedesco Angela Merkel e il presidente francese Nicolas Sarkozy hanno unito le forze nella lotta contro la crisi europea, ad esclusione di altri leader, direbbe qualcuno. Cosa sarebbe successo se le opinioni personali avessero ostacolato i loro rapporti?

Christina Heuschen, Berlino, GermaniaImages: main (cc) @superamit/ Flickr. Videos: © Trevor Fountain; © Ceris Aston; © Annie Rutherford; © Christina Heuschen.