Controrivoluzione a letto in Repubblica Ceca

Articolo pubblicato il 27 agosto 2009
Articolo pubblicato il 27 agosto 2009

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

Neanche per sogno i giovani di oggi sono peggiori rispetto a com’erano i loro genitori. Almeno per quanto riguarda la sessualità, la generazione attuale di genitori cechi non può lamentarsi dei propri figli, che sono visibilmente più prudenti di una volta.

© detritus/ flickrI cechi sono generalmente ritenuti molto liberali sul sesso. Giornalini porno in gran quantità ornano le edicole, visibili per tutti, anche per i bambini. Cercare il contatto sessuale su internet non è assolutamente un problema e si trovano almeno venti indirizzi in ceco dedicati a quest’argomento. In televisione, la pubblicità per qualsiasi prodotto ha spesso un tono un po’ malizioso. Lo slogan di una marca di acquavite è del tipo: «Anche gli uomini hanno le loro cose». È interessante come anche quasi tutte le donne ceche trovino tutto questo divertente e per niente scandaloso.

Il ritorno della fedeltà coniugale

© Jon Whitton/ flickrQuesta spensieratezza è stata rilevata già dieci anni fa, quando un primo sondaggio sul tema del sesso ha fatto i titoli di prima pagina in tutto il Paese. Due terzi degli uomini sposati e la metà delle donne sposate hanno dichiarato di non disdegnare le relazioni extraconiugali. Questo, però, ha poco a che fare con la percentuale di divorzi, che ammonta al 50%: come motivo principale di una separazione non era mai menzionata l’infedeltà del partner, ma l’«incompatibilità caratteriale».

Gli uomini cechi e le scappatelle occasionali

Negli ultimi dieci anni le cose sono però cambiate: solo il 55% degli uomini sposati ed il 34% delle donne sposate ammette ancora di aver tradito a letto il partner. Rimane una percentuale alta, rispetto al resto dell’Europa, ma dimostra un ritorno alle origini della situazione ceca. Gli uomini cechi sono soprattutto propensi alle «scappatelle occasionali», mentre le donne sono interessate piuttosto a relazioni di lunga durata.

Sesso in auto? Non con i cechi!

I sessuologi non hanno rilevato nessun cambiamento rispetto al passato per l’«età della prima volta». Le ragazzine come i ragazzini hanno i loro primi timidi contatti a quindici anni e un anno dopo cominciano ad esplorare il corpo dell’altro sesso. Il primo petting oggi è a diciassette anni, il primo “vero” rapporto sessuale a diciotto. Diversamente dai loro genitori, i giovani di oggi sono però più prudenti: per il 35% l’uso del preservativo è una questione d’onore, mentre della generazione dei genitori solo il 19% pensava a questa forma di prevenzione. Anche il numero di quelli che cambiano spesso partner è diminuito. Diversamente dai coetanei americani, la prima volta dei cechi non è in macchina, ma piuttosto all’aperto, nella casa in campagna dei genitori o nel loro appartamento.

Mancanza di educazione sessuale

© Vidiot /flickrNonostante la liberalità, manca l’educazione sessuale dei giovani da parte dei genitori. Solo al 15% dei ragazzi ed al 20% delle ragazze i genitori o la scuola svelano i segreti della sessualità. Il 40% dei ragazzi ed il 30% delle ragazze si informano tramite le “esperienze” degli amici. Del resto, oggi la scuola si comporta in modo ancora abbastanza puritano: durante l’educazione sessuale, ragazzi e ragazze vengono accuratamente divisi. Internet, in altri casi importante fonte d’informazione, non ha un ruolo rilevante.

Il sondaggio mette in luce anche qualcos’altro: per quanto i cechi siano liberali sul sesso, l’omosessualità è, adesso come una volta, un problema per molti. Solo il 60% vede le relazioni omosessuali come “normali”, per gli altri sono un problema.

La lunghezza non conta!

Infine, nel sondaggio, è stata posta anche la domanda sulla grandezza del membro maschile. A livello mondiale, gli uomini (e soprattutto le donne) si ritengono soddisfatti di 12,5 centimetri e solo il 16% delle donne ceche vorrebbe un uomo con un pene più lungo.

Due uomini (molto probabilmente mediamente dotati), che hanno lasciato insieme un commento al sondaggio sul giornale Lidove Noviny, a questo punto, hanno leggibilmente tirato un sospiro di sollievo: «Allora tutti possono essere soddisfatti. Più sondaggi come questo»!