Cohn-Bendit contro la nuova Commissione Barroso: «Una coalizione di ipocriti!»

Articolo pubblicato il 10 febbraio 2010
Articolo pubblicato il 10 febbraio 2010

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

«Alla vigilia di San Valentino abbiamo detto al Signor Barroso "Je t'aime moi non plus"»: Daniel Cohn-Bendit, passionario leader dei Verdi europei, denuncia la mediocrità generale della nuova Commissione.

Video di EurodeputesEE/DailymotionDany Il Rosso, al secolo Daniel Cohn-Bendit, ha definito i tre gruppi più forti al Parlamento Europeo (PSE, PPE e ADLE) come «una coalizione di ipocriti», incapace, secondo il leader verde, di affrontare le sfide che attendono l'Ue. Dopo le audizioni dei futuri commissari, avvenute a fine gennaio, la seconda Commissione Barroso è stata approvata il 9 febbraio 2010 a Strasburgo, con una larga maggioranza (488 voti a favore, 137 contro, e 72 astenuti). I nuovi 27 membri della Commissione, tra cui 9 donne, possono dare il via alla loro avventura.