Cibo da tutto il mondo al mercato di Piazza Vittorio 

Articolo pubblicato il 28 settembre 2014
Articolo pubblicato il 28 settembre 2014

Colori vividi, odori penetranti, una geografia gastronomica che parla delle tradizioni alimentari dei tanti gruppi etnici che vivono a Roma: tutto questo e molto di più è il mercato dell'Esquilino.

Situato nel quartiere più multietnico di Roma, il mercato Esquilino (meglio conosciuto come “mercato di Piazza Vittorio”) attrae acquirenti da tutta la città, alla ricerca delle primizie agricole a buon mercato ma anche di frutta, verdura, spezie e altri ingredienti “esotici” per la nostra cucina. Il mercato è meta soprattutto dei “nuovi cittadini”, che qui trovano il cibo che li fa sentire a casa quando anche a migliaia di chilometri di distanza. Partiamo dagli ortaggi: qui ci sono tuberi di tutti i tipi (tapioca, cassava, etc), ampalaya, fagioli azuki, bok choi cinese. Ai cereali comunemente usati in Italia si aggiungono cous cous, burgul, quinoa. Le bancarelle di frutta espongono mango, papaya, annone, tamarindo, avocado, platani, rambutan, jackfruit, passion fruit, lychee e altre prelibatezze che ci catapultano per un attimo in paradisi tropicali. Senza contare le decine di varietà di riso (jasmine, basmati, patna, thai nero, bianco e rosso, etc) che fanno la gioia di tutti gli avventori asiatici e le spezie che spandono nell’aroma che pizzica naso e gola: cannella, zenzero, cumino, curry, coriandolo, etc. Non mancano barattoloni di tajina, salsa di soia, latte di cocco, olio di palma e tutti condimenti indispensabili nelle ricette asiatiche e africane. 

Mostafà, il macellaio halal del mercato dell'Esquilino 

I musulmani che cercano carne halal (significa letteralmente “consentito”) possono contare su vari banchi macelleria al mercato Esquilino. Abbiamo conosciuto Mostafà, macellaio di origini egiziane che vive a Roma da circa trent’anni, dopo aver conseguito una laurea in scienze politiche in Egitto. Ora Mostafà è uno dei punti di riferimento grazie al suo attivismo nel comitato dei commercianti e si sta battendo affinché una zona del mercato Esquilino sia adibita alle procedure di macellazione halal.   

I principi della macellazione Halal

• Il benessere degli animali

• Gli animali devono essere portati vivi al macello • I macellai musulmani devono pronunciare il nome di Dio prima della macellazione

• La macellazione deve essere eseguita nel modo più umano possibile

• Il sangue è Haram (“impuro”) e dovrà essere adeguatamente eliminato dalla carcassa.

• La carne dovrà essere manipolata con la massima cura per evitare la contaminazione incrociata con prodotti Haram.