Cari anarchici, andate a lavorare

Articolo pubblicato il 27 ottobre 2009
Articolo pubblicato il 27 ottobre 2009
Al giorno d’oggi l’anarchia non ha nulla di nuovo da offrire alla gente: persino un bimbetto di cinque anni seduto al Mc Donald’s sarebbe capace di pensare ad una migliore forma di governo.
Quelli che vediamo in tv, gli anarchici che scendono nelle piazze di tutta Europa a protestare, sono solo dei pazzi esaltati che pensano ai loro interessi, dimenticandosi tutto quello che la democrazia ha fatto per loro.

Durante le lezioni europee di quest’estate, alcune nazioni come Austria, Gran Bretagna e Germania fecero un rapido spostamento dal centro verso la destra: i cittadini arrabbiati votarono contro il partito al potere. Le tradizionali avversioni nazionalistiche come quelle contro immigrati, musulmani e disoccupati furono i punti di forza della loro propaganda, ma in ogni caso lo schieramento unito andò alla ribalta. Milioni sono stati bruciati per salvare le banche nel 2008 e parliamo di recenti record di profitto. Ma fracassare una vetrina non risolve tutto. Le banche si sono dimostrate intoccabili, come se esistessero in un mondo a parte.

(Foto da ©Dan Egg/ Flickr/ daneaglesham.com/)

Pane per i denti degli anarchici

Dopo nemmeno un mese dal tracollo della Lehman Brothers, sono stati dati ben 37 miliardi di sterline per il salvataggio delle banche Inglesi. Quando la banca di Inghilterra ha abbassato i tassi di interesse, le banche decisero di non abbassare i loro tassi di ipoteca; un’azione che avrebbe gravato sul denaro pubblico. Addirittura le banche dichiararono che i loro tassi erano stabiliti dal Libor, il tasso di riferimento europeo al quale le banche si prestano denaro tra loro. I profitti delle banche furono mantenuti in riferimento al momento di più alto tasso del Libor.

Neanche un anno dopo dal massivo salvataggio finanziario, al pubblico non mancano nuove ragioni per protestare. Goldman Sachs ha appena ottenuto il suo secondo miglior traguardo di guadagno azionario, e pensare che solo alla fine del 2008 ha avuto bisogno dell’aiuto del Governo per sopravvivere. La politica delle indennità sarà soltanto intensificata. Si dice che solo nei primi nove mesi del 2009, l’impresa ha messo da parte un bel bottino di 16,7 miliardi di sterline, sufficiente per una paga media dei lavoratori a quasi 527 mila sterline. 

Se dessimo all’anarchico medio uno yacht ai Caraibi e un po’ di ville di lusso, la pianterebbe in fretta di lamentarsi

Non c’è bisogno di essere anarchico per essere infuriato per queste cose. Ma credere che la tua vita ne sia stata tangibilmente influenzata, è davvero infantile. Vale pure per i giocatori di calcio che sono pagati 100mila euro a settimana, a te non cambia nulla. Prova a collegare il collasso della Lehman con qualsiasi cosa tu abbia fatto l’anno scorso. Se dessimo all’anarchico medio uno yacht ai Caraibi e un po’ di ville di lusso, la pianterebbe in fretta di lamentarsi, un po’ come farebbero quegli americani che si oppongono alla riforma sulla salute, se qualcuno venisse a togliere il loro benessere. "Il denaro come debito" (Money as Debt), documentario del 2006 dell’artista canadese Paul Grignon, spiega in 47 minuti come le banche creino denaro dall’aria fritta, sulle promesse di restituzione dei prestiti.

Con le linee di prestito illimitate, la gente si è abituata ad essere schiava dei propri debiti, costretta a non lasciare un posto di lavoro per la paura che la loro vita si sgretoli. Carte di credito, prestiti e rate di mutui sono le ragioni per le quali la gente continua anni ed anni a fare un lavoro che odia, temendo di ricominciare da capo in caso andasse in rovina senza aver lasciato niente da parte.

E poi…?

Le persone non cercano altro se non qualcosa su cui scaricare le colpe. Ma se gli anarchici riuscissero a sovvertire un qualsiasi governo, poi cosa farebbero? Pensate davvero che tutti quei milioni di persone che lavorano nelle fabbriche, negli impianti manifatturieri o di trivellazione, nelle stazioni di servizio, nelle imprese di pulizia, lo farebbero, se non dovessero? Se gli anarchici fossero per “aboliamo il denaro”, come recitava uno striscione partorito dal cervello di massa e trasportato da qualche idiota patentato alla protesta del G20 quest’anno a Londra, quella nazione precipiterebbe nel buio totale.

(Foto da ©John Kirriemuir/ http://www.silversprite.com/)C’è qualcuno che ha intenzione di compiere un gesto semplice come mangiare, in questa fantastica soluzione di libero stato? Al di fuori dei nobili intenti della loro coscienza collettiva, ci sono ancora i contadini, quelli che si sporcano le mani lavorando duramente, per permettere a tutti noi di mangiare? Senza un sistema, non funzionerebbe nulla ed il denaro perderebbe rapidamente il suo valore.

E allora cosa? Oh, proprio tu Jamie, che sei un cliente così esigente che devi per forza avere la tecnologia di ultima generazione. No. Io mi sto solo chiedendo quali capacità potrei offire io in una Europa alternativa e la risposta è niente. Una specie di baratto? Ho una laurea in letteratura. Con cosa è previsto che io possa barattarla, con un saggio sulle decisioni di Levin in Anna Karenina?

Prendi e mixa

(Image: ©John Kirriemuir/ http://www.silversprite.com/)L’anarchia potrebbe funzionare in un paese di sei famiglie: una coltiva la terra, un’altra pascola le pecore, una costruisce le case mentre un’altra irriga i campi, una spala i rifiuti e l’ultima famiglia ha un dottore e un dentista. Ovviamente questo non è il nostro caso.

Gli anarchici, come i fanatici religiosi, estrapolano qua e là estratti di intere ideologie per motivare i loro bisogni. Così come in un certo senso i fondamenti del Cristianesimo sono stati presi dal libro della Genesi, gli anarchici vogliono solo puntare il dito contro i governi, volendo ignorare tutti i benefici che la democrazia ha portato nelle nostre vite dopo il 1945.

Il capitalismo ha generato necessariamente un mostro di corruzione nel sistema bancario e finanziario, ma dare tutte le colpe alla democrazia è assurdo. Nessuna nazione è stata capace di prosperare e svilupparsi senza un sistema democratico, ad eccezione forse della Cina, ma anche lì ora regna un enorme capitalismo. I governi democratici possono essere fraudolenti, ma rimangono comunque migliori rispetto a quelli con a capo un tiranno o un anarchico libertà-per-tutto-e-tutti,

che finirebbe inesorabilmente come una specie di film horror: distruzione totale.

Gli anarchici, come i fanatici religiosi, estrapolano qua e là estratti di intere ideologie per motivare i loro bisogni

È vero, il denaro buttato per sollevare la crisi economica avrebbe invece potuto sollevare molti problemi e mali mondiali. Ma andare a fare casino il primo maggio e sfondare le vetrine non significa poi riuscire ad impedire ai Governi di pensare ai propri interessi.

Trova un modo migliore per far sentire la tua voce. Io sono sicuro che si possa fare studiando tanto, lavorando per le istituzioni pubbliche e pagando le tasse.