Cantieri Radetzky porta l’arte contemporanea sui Navigli

Articolo pubblicato il 25 gennaio 2016
Articolo pubblicato il 25 gennaio 2016

Domenica 24 gennaio, appuntamento espositivo nelle ultime fasi di restauro di Edicola Radetzky. La mostra ha ospitato tutte le opere degli artisti aderenti al progetto.

Sui Navigli c’è aria di primavera che sembra non finire mai. La Darsena piace ai milanesi. L’hanno ripopolata grazie ai lavori di riqualificazione e sembrano non voler cedere il passo. L’Edicola Radetzky si affaccia proprio sul polo delle passeggiate domenicali, con l’eleganza che si addice ad una dama dei primi del Novecento.

Passando nei week-end, sarà capitato a molti di vedere un certo fermento tutto intorno a questo chiosco che in pochi prima notavano, se non per qualche volantino appiccicato alla bell’e meglio. Bene, la vostra curiosità a breve troverà piena soddisfazione, perché dopo mesi di lavori sembra proprio che tutto sia pronto per dare inizio alle danze. Non ci saranno più riviste e quotidiani, ma la cultura sarà ancora protagonista.

Il Consiglio di Zona 6 aveva affidato a Progetto Città Ideale il compito di restituire la struttura alla città. E così, dalla fine di ottobre 2015 i lavori hanno avuto inizio. Obiettivo di questi mesi è stato il restauro della struttura, riportata ormai al suo stato originale. Eppure Cantieri Radetzky non ha significato solo metter mano ad un’opera già esistente. Il progetto, a cura di Andrea Lacarpia e Mirko Canesi, è diventato un contenitore culturale vero e proprio, all’interno del quale gli artisti coinvolti hanno prodotto opere necessarie. Un lampadario di torce che illuminasse, la cassetta per gli attrezzi, teli protettivi, una stufetta...

                                             

Arte contemporanea, restauro e una città che sembra davvero guardare al futuro si fondono nella piccola edicola di Viale Gorizia. Gli artisti sono tanti: Giuseppe Buffoli, Jacopo Candotti + Nicole Valenti, Mirko Canesi, Daniele Carpi e molti altri.

Nella mattinata di domenica 24 gennaio, il Progetto Città Ideale ha presentato al pubblico Cantieri Radetzky. Le ultime fasi di restauro dell’Edicola diventano un appuntamento espositivo, una sorta di presentazione. Tutte le opere prodotte dagli artisti sono state allestite, accompagnate da un momento per scambiarsi pareri e impressioni, per un work-brunch coinvolgente tutti i sensi.

Cosa ne sarà in futuro?

Verosimilmente da marzo, Edicola Radetzky sarà attiva. Il programma è da definire nei dettagli, ma di certo la materia prima non manca. Lo spazio espositivo accoglierà ogni mese l'alternarsi dei diversi artisti. Ci saranno sculture e parecchi elementi naturali come piante, acqua, luce.