Bratislava che sboccia

Articolo pubblicato il 29 agosto 2005
Articolo pubblicato il 29 agosto 2005

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

Nonostante ancora molto visibile nei lenti mezzi di trasporto, il passato comunista di Bratislava sta velocemente scomparendo per lasciare il posto a una città accogliente e piena di vita.

Se ti fosse offerta la possibilità di lavorare o studiare a Bratislava per un anno, saresti interessato ad andarci, anche se hai probabilmente sentito parlare poco di Bratislava, o ancor meno della Slovacchia?

Come cambiano i tempi!

Quando tre anni fa mi son trasferito a Bratislava dalla California, non sapevo quasi niente di questa città, ma una cosa mi è sembrata evidente da subito: Bratislava era nel bel mezzo di una gran metamorfosi. Al di là di cosa fosse stata o di quale aspetto avesse avuto fino ad allora la città, tutto – dalle impalcature dei palazzi, ai lavori in corso per le strade –, parlava di un microcosmo che si stava ritagliando il suo posticino nel panorama delle magnifiche capitali europee. Non solo esteticamente, ma anche a livello politico.

Conoscevo il suo passato di capitale di un ex-paese comunista ed ero curioso di vedere quanto quel passato “rosso” continuasse a influenzare il presente. Alcune tracce evidenti di quei tempi rimangono nel centro storico, pittoresco per le sue strade tortuose e i suoi palazzi colorati. Quando ci si avvia per una passeggiata sù, verso il castello cittadino, ad esempio, bisogna attraversare una doppia carreggiata costruita durante il comunismo. Una volta arrivati in cima alla collina, dove il castello è sito, la vista svela chiaramente le due facce della città. Da una parte c’è la città vecchia e le aree limitrofe, dall’altra un ammasso di blocchi di torri in cemento, dove abita la maggior parte dei cittadini di Bratislava.

Speranza nel futuro

Nonostante non ci sia una dichiarata nostalgia per i giorni del comunismo, e la maggior parte delle persone siano contente di dimenticare e desiderose di andare avanti, molti della vecchia generazione ricordano che la vita sotto il comunismo non era poi così male. Per loro è particolarmente difficile accettare i cambiamenti politici ed economici, anche per la velocità con la quale sono avvenuti. Più abitavo a Bratislava, e più mi accorgevo che l’entusiasmo per i cambiamenti si rispecchiava nei suoi abitanti. Molti slovacchi sono interessati a migliorare la loro educazione e ad allargare le loro esperienze viaggiando all’estero, studiando le lingue straniere e a dimostrare che le persone sono tolleranti e pronte a creare opportunità di lavoro e di investimento in Slovacchia.

Man mano che i cambiamenti prendono piede, cresce la speranza che Bratislava entri nella “rosa” delle altre grandi capitali dell’Unione Europea. È proprio questo entusiasmo che spinge al miglioramento. A rendere Bratislava un posto fantastico da vivere.

GUIDA

Lingua

Lo slovacco è una lingua impegnativa, soprattutto se non si ha nessuna conoscenza di altre lingue slave. L’Università Comenius offre i migliori corsi di lingua slovacca: rivolgersi all’Istituto per la preparazione linguistica e accademica per studenti stranieri (Šoltésovej 4). Se cerchi un posto dove si parli inglese, vai al The Dubliner Irish Pub, nel centro storico della città.

Università

A Bratislava ci sono l’Università Comenius, l’Università Tecnica della Slovacchia e l’Univesità di Scienze Economiche.

Il posto da non perdere

La Galéria Duna è una discoteca che si trova all’interno di un ex-rifugio nucleare (Radlinského 11).

Cosa fare

Camminare per il centro storico e cercare un ristorante che serva il piatto nazionale, il bryndzove halusky: si tratta di tortelli bolliti e poi conditi con formaggio di capra e pancetta. Veramente buono!

Cosa non fare

Pagare in euro: alcune grandi catene di negozi e ristoranti a Bratislava accettano euro, ma il cambio è poco favorevole. Meglio cambiare gli euro in corone slovacche presso le banche.

Alloggio

Per un monolocale si pagano dale ottomila alle diecimila corone slovacche (200-260 euro) al mese. Visita il sito reality