Beyond 91: il nuovo progetto di Cafébabel chiama all'appello giornalisti di sette paesi dell'Europa dell'est

Articolo pubblicato il 28 novembre 2017
Articolo pubblicato il 28 novembre 2017

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

Il post-perestroika, baby! Cerchiamo giovani giornalisti di sette paesi dell'Europa dell'est per partecipare ad un nuovo progetto, diretto da Cafébabel Berlino. Sei uno scrittore giovane e brillante dell'Est Europa? Vuoi essere un nostro reporter? Presente ora la domanda!

Durante gli ultimi anni di quella che fu la gloriosa Unione Sovietica, ci fu uno strano fenomeno nelle ex repubbliche del blocco comunista, un fenomeno poco citato dagli storici o dagli analisti. Con la sua "glasnost" e la sua "perestrojka", il presidente russo Mikhail Gorbachev aveva cercato di democratizzare il paese assieme alla riforma dell'economia collettivista. Nonostante la sensazione generale di un apocalisse imminente, a causa del collasso di tutte le strutture esistenti e la mancanza di cibo, c'era anche un senso di forte ottimismo nell'aria. Un forte vento di cambiamento che portò ad un inaspettato baby boom.

Con l'implosione dell'Unione Sovietica, i figli della Perestrojka crebbero dall'altra parte della Cortina di Ferro. Dalla Russia all'Ucraina, passando per Moldavia e Repubbliche Baltiche, quei "nuovi figli del blocco orientale" hanno vissuto tutti un'esperienza simile: infanzia sovietica, campi dei pionieri, file davanti ai supermercati vuoti, in un mondo che nessuno pensava sarebbe potuto cambiare. Poi, di colpo, ogni cosa che pensavano vera, fu messa in discussione. I loro valori, le loro convinzioni, i loro sogni. Come adolescenti in una caotica società di transizione, hanno imparato il valore della libertà in un'era di turbo-capitalismo. Ma ciò che rende questa generazione così particolare è la sua identità schizofrenica. Come se i loro ricordi fossero stati cancellati in un attimo, hanno dovuto rendesi conto che il paese in cui una volta erano nati, non esisteva più.

E ora?

25 anni dopo il collasso dell'Unione Sovietica, perché questa generazione post-perestrojka è così importante? In una situazione di crescenti tensioni in Europa, a volte detta una "Nuova Guerra Fredda", essi rappresentano una generazione che cerca di colmare il vuoto tra due mondi. Ora hanno dai 25 ai 35 anni, cosa vogliono? Come vivono? Che tipo di società si è creata? Avrà un ruolo decisivo nel futuro dell'ex Europa dell'Est? Gli "eredi" delle ex "repubbliche sorelle" hanno ancora qualcosa in comune? Alcuni di loro, come per esempio gli Stati Baltici, hanno forti legami con l'Unione Europea. Altri, come la Bielorussia, dipendono dalla Russia. In un contesto di tensioni crescenti in Europa, la gioventù post-perestrojka sarà in grado di riconciliare Est ed Ovest?

Nel tentativo di mostrare gli eccezionali cambiamenti in tutto il mondo post-sovietico, 25 anni dopo la caduta dell'Unione Sovietica, e in seguito al successo delle due precedenti edizioni, BEYOND THE CURTAIN  e BALKANS & BEYOND, cafebabel.com presenta il suo nuovo progetto editoriale, supportato da cafébabel Berlino, Babel International, Advocate Europe e dal fondo culturale Allianz: BEYOND 91.

7 resoconti da 7 paesi

Una serie di sette resoconti multimediali dettagliati che svelino la generazione post-perestrojka.

Durante l'inverno 2016-2017, chiederemo a 14 giovani giornalisti, fotografi e produttori provenienti da sette paesi (Russia, Bielorussia, Ucraina, Moldavia, Lituania, Estonia e Lettonia) di mostrarci l'identità politica, sociale e culturale che sta cambiando dell'attuale spazio post-sovietico.

Ogni storia sarà creata in tandem, unendo un giornalista ed un fotografo o produttore di diversi paesi confinanti (ad esempio: un autore russo e un fotografo ucraino).

Requisiti linguistici

Le sette storie del progetto BEYOND 91 saranno pubblicate come resoconti multimediali dettagliati (scrollytelling) su una piattaforma online dedicata. Tutti i resoconti (testi e immagini) saranno poi tradotti in sette lingue (le sei lingue di cafébabel: inglese, tedesco, francese, spagnolo, italiano, polacco e, in aggiunta, russo). Gli autori forniranno l'articolo originale nella loro madrelingua assieme ad una sintesi in inglese.

Successivamente, cafebabel.com e i suoi media partner in tutta Europa ripubblicheranno il tutto sui loro siti web e/o sui loro giornali. A marzo 2017 saranno organizzati a Berlino una mostra fotografica e un evento di apertura per presentare i risultati del progetto.

Cosa stiamo cercando:

  • Autori di articoli e contenuti multimediali, fotografi e produttori provenienti da RUSSIA, BIELORUSSIA, UCRAINA, MOLDAVIA, LITUANIA, ESTONIA e LETTONIA
  • Persone indipendenti, curiose e creative
  • Argomenti originali e generazionali con un tocco personale

Cerchiamo menti curiose e persone entusiaste. Poiché ogni team dovrà sviluppare una storia e produrla, daremo la precedenza a (giovani) giornalisti, fotografi e produttori che conoscono già le mansioni ed hanno esperienza in questo campo.

Il processo editoriale avrà inizio ad ottobre 2016 fino a gennaio 2017 e sarà coordinato da Berlino. Ogni comunicazione sarà scritta in inglese.

Spese

Balkans & Beyond è un incarico retribuito. Le spese di viaggio saranno rimborsate; il lavoro giornalistico di ogni partecipante sarà ricompensato.

Vuoi partecipare?

Non esitare a contattarci e a inviare il tuo CV con le referenze ed un portfolio/sito web.

Scadenza: 15/09/2016

Coordinatore editoriale: Prune Antoine // @: pruneantoine@yahoo.fr // twitter: plumaberlin

I nostri partner: