Amir: "Credo che l'Europa sia estremamente sexy!"

Articolo pubblicato il 13 maggio 2016
Articolo pubblicato il 13 maggio 2016

Dopo aver conquistato il pubblico durante l’edizione francese del talent show “The Voice”, ora punta all’Eurovision. Nato a Parigi, il cantante franco-israeliano è sicuramente uno degli artisti più quotati per questa edizione del contest musicale europeo che andrà in onda domenica. Ma chi è l’uomo oltre il cantante? Nous avons cherché di avere qualche risposta per voi!

cafébabel: Il mondo moderno, per qualcuno, può essere molto complesso. Come spiegheresti quello che fai ad un bambino?

Amir: Gli direi semplicemente che provo a prendere in mano un microfono e trasmettere felicità, belle vibrazioni e un messaggio positivo. Spero che questo sia chiaro per un bambino! Gli direi che uso un palco e un microfono per far sorridere!

cafébabel: Tutti possiamo  essere eroi, almeno per un giorno. Hai qualche altro sogno nel cassetto?

Amir: Mi sarebbe piaciuto fare il chirurgo plastico. Ho scelto la carriera musicale perché, in fondo, era la strada più breve per raggiungere il mio obiettivo: rendere le persone più belle. E non parlo di stile, trucco e parrucco. Parlo di renderle davvero più belle. Quando qualcuno è felice, diventa automaticamente più bello, probabilmente è questo il segreto per vivere bene. Ma se esiste qualcuno che può essere d’aiuto, che può usare le proprie conoscenze per far stare bene gli altri con se stessi… Quello è il lavoro che voglio fare.

cafébabel: Per molte persone l’Europa rappresenta una scocciatura, se non un peso. Pensi che ci sia un modo per renderla più attraente?

Amir: Io penso che l’Europa sia già estremamente sexy, anche se è il "Vecchio Continente". Per me l’Europa è il centro della moda nel mondo, il cuore del buon gusto. In Europa ci sono anche le più grandi capitali dal punto di vista culinario. L’Europa è estremamente attraente. Non credo proprio che sia indietro, da nessun punto di vista.

cafébabel: C’è qualcosa del mondo moderno che ti indigna particolarmente?

Amir: L’ascesa del terrorismo islamico e dei suoi seguaci, che pensano davvero che il loro sia il modo giusto per rendere il mondo un posto migliore. Non posso sopportarlo.

cafébabel: Il mondo di oggi venera la perfezione, ma c’è un difetto che ti senti di tollerare?

Amir: Che domande originale! Mi state davvero costringendo a riflettere… Direi che sono ben disposto a perdonare l’impazienza, perché io stesso sono abbastanza impaziente. Comprendo quelli a cui non piace aspettare, quelli che vorrebbero far accadere tutto in fretta.

 cafébabel: Al giorno d’oggi, sembra che internet abbia tutte le risposte. Ma c’è qualcosa che Google non sa di te?

Amir: (Ride.) È strano, perché tendo a essere molto aperto e trasparente, soprattutto sui social network. Sto pensando a un dettaglio su di me che non ho mai raccontato… Forse… l’ordine in cui insapono le diverse parti del corpo sotto la doccia! Ho un rituale d’insaponamento; sempre nello stesso ordine. Lo sapevate?

cafébabel: Immagina di essere stato scelto per essere uno dei principali rappresentanti della gioventù mondiale. Quale sarebbe il tuo slogan?

Amir: Wow! Direi: "Non lasciarti sfuggire la tua gioventù cercando di crescere prima del dovuto". Penso che, tra i giovani di oggi, ci sia la tendenza a voler sembrare sempre più grandi, fare quello che fanno gli adulti, frequentare posti che non sono fatti per quelli della propria età. Forse è sempre stato così. Io comprendo la loro curiosità, capisco la loro volontà di distinguersi dagli altri e il desiderio di dimostrare ai propri amici di essere un passo avanti. Tuttavia, ora che ho superato quella fase della mia vita, mi rendo conto che probabilmente mi sarei goduto di più quel periodo se l’avessi semplicemente vissuto, senza la fretta di crescere e di passare alla fase successiva. Lasciate che sia la vita a condurvi, non affrettatevi.

cafébabel: Qual è la prima cosa che fai tutte le mattine, appena ti svegli?

Amir: Bevo una tazza di caffè!

cafébabel: Se potessi inventare qualcosa che non è ancora stata creata, cosa sarebbe?

Amir: Wow! Probabilmente una macchina volante personale, così da non essere costretto a prenotare voli ed essere libero di volare da un posto all’altro. So che non è molto originale, ma mi piacerebbe poter andare ovunque io voglia andare, da solo, senza dover andare in aeroporto, fare i controlli di sicurezza, eccetera… Vorrei poter usare il mio aereo personale così come porto la mia macchina, o comunque avere qualcosa che possa volare facilmente, velocemente… ed anche ecologicamente!

cafébabel: Se dovessi scrivere una canzone per convincere il Regno Unito a rimanere nell’Unione Europea, quale sarebbe il ritornello?

Amir: [Canta i Beatles] Let it be! Let it beee!

_

Ci sono molti "Big Fish" che nuotano nel mare d'Europa. Cafébabel presenta una nuova rubrica e si immerge in profondità per intervistare alcuni dei volti noti della cultura, della politica, della musica e della società europea.