A tu per tu con Johanna Nyman, Presidentessa dell'European Youth Forum

Articolo pubblicato il 05 maggio 2015
Articolo pubblicato il 05 maggio 2015

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

Domani inizierà un'altra edizione dello YO!Fest, il festival annuale della gioventù organizzato dal Forum Europeo della Gioventù. L'evento si svolgerà di fronte al Parlamento Europeo, qui a Bruxelles. Cafébabel ha colto l'opportunità di intervistare la presidentessa del Forum, Johanna Nyman. 

Ancora una volta l' European Youth Forum organizza lo YO!Fest, un festival in cui si alternano laboratori interattivi, dibattiti ad alto livello e concerti, che si svolgerà domani nel Piazzale del Parlamento Europeo. Questa edizione, il cui tema è "crescere insieme!", si concentrerà sulla crescita e lo sviluppo sotenibile, in concomitanza con l'Anno Europeo per lo Sviluppo.

Cafébabel ha rivolto alcune domande a Johanna Nyman, Presidentessa dell'European Youth Forum in carica da gennaio 2015.

Cafébabel: Sin dalla sua prima edizione nel 2009, lo YO!Fest è diventato un evento paneuropeo che attira migliaia di giovani: si sono registrati all'incirca 8.000 partecipanti nella scorsa edizione del festival a Strasburho. Cosa vi aspettate da questa giornata? Che effetto sperate di ottenere?

Johanna Nyman: Le mie aspettative sono alte! Spero che lo YO!Fest di quest'anno riunisca giovani provenienti da diversi contesti sociali e da diversi paesi; spero che aiuti a creare un senso di appartenenza e la percezione che noi possiamo avere un impatto sul nostro presente e anche sul nostro futuro. Spero anche che coloro che prendono le decisioni a Bruxelles vedano la massiccia presenza di giovani e capiscano che abbiamo bisogno di azioni adesso, per far sì che la nostra generazione non venga lasciata indietro.

Cafébabel: Quali sono le sfide e i possibili benefici di questo evento sia per i giovani partecipanti che per le organizzazioni della gioventù che saranno presenti nello YO!Village?

Johanna Nyman: Questo è il momento di collaborare, scambiare idee e costruire uno spirito di collaborazione. L'Europa ha bisogno di speranza, e divertendosi insiemre, discutendo e facendo esperienze, è più facile relazionarsi e lavorare insieme. La sfida sta nell'interazione con la società che ci circonda e con chi prende le decisioni. Lo YO!Fest non è una bolla dentro una bolla, è un modo di far scoppiare la bolla dando vita ad una cascata di suoni e colori!

Cafébabel: L'anno europeo per lo sviluppo è il punto centrale di quest'edizione 2015. Come sta lavorando il Forum della Gioventù su temi quali la crescita, la collaborazione internazionale e lo sviluppo sostenibile? Quali azioni sono state effettivamente messe in pratica per quanto riguarda lo sviluppo dei giovani in Europa?

Johanna Nyman: Uno sviluppo positivo e sostenibile è un qualcosa che il mondo, ora più che mai, sta desiderando. Come Forum Europeo della Gioventù, stiamo collaborando con partner di altre regioni e ci stiamo costantemente battendo per i diritti dei giovani sia in Europa che a livello mondiale. Per quanto riguarda lo sviluppo dei giovani in Europa, il Forum sta lavorando per dei lavori di miglior qualità, per possibilità di partecipazione maggiori, migliori condizioni per le organizzazioni a favore dei giovani, per porre fine alla discriminazione e per un maggior riconoscimento del lavoro e volontariato dei giovani. 

Cafébabel Bruxelles è uno dei partner mediatici dello YO!Fest 2015 e pertanto parlerà dell'evento sia sul suo sito web che sui social network: rimanete in linea! Il team avrà anche uno stand il 6 maggio, quindi non esitate e fate un salto. Per il programma completo visitate il sito dello YO!Fest 2015 e per le ultime notizie andate sulla pagina Facebook dell'evento.