A Roma, Europa e mondo «suonano bene»

Articolo pubblicato il 04 luglio 2005
Articolo pubblicato il 04 luglio 2005

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

Suoni regionali, transeuropei e transcontinentali all’Auditorium Parco della Musica di Roma con Luglio suona bene. Che promette jazz, danze folkloristiche, funky-rai e saudade.

Roma si prepara a un’estate a ritmo di musica. Con la terza edizione del festival Luglio Suona Bene, la rassegna che proporrà un viaggio tra le sonorità più variopinte d’Italia, d’Europa e del mondo.

Teatro dell’evento sarà l’Auditorium Parco della Musica, una vera e propria città della musica progettata dal celebre architetto Renzo Piano con l’obiettivo di «fecondare il tessuto urbano» di cultura.

I costi dei biglietti variano dai 20 ai 80 €, ma per giovani e per chi sceglie gli abbonamenti ci sono interessanti riduzioni.

Note jazz, percussioni e ghiacciai

Il cartellone del Luglio Suona Bene si propone di armonizzare modelli transeuropei e extraeuropei. C’è di che rifarsi le orecchie. Cominciando dal jazz: il 15 luglio suonerà l’inimitabile piano-jazz di Keith Jarrett con Gary Peacock e Jack DeJohnette, poi il 28 luglio l’ Enrico Rava Quintet. Sul palco ci saranno anche le percussioni del Talvin Singh Trio (il 30 giugno), un gruppo che unisce la musica elettronica dell’East Side londinese con l’Asian Underground. Per chi cerca un po’ di fresco, il 25 luglio ci penseranno i Sigur Rós, raccontando, con la loro musica malinconica, gli spazi immensi, i vulcani e i ghiacciai della loro Islanda.

E altri ritmi ancora

Nel programma non mancano le incursioni della musica etnica. Il 10 luglio suoneranno le note di «Um amor infinito» dei Madredeus, gruppo che rappresenta il moderno folklore portoghese, e che alla saudade aggiunge echi di bossanova brasiliana. Poi sul palco salirà il 16 luglio Giorgia con Ricky Fanté, considerato la nuova voce del Soul, mentre il 24 toccherà a Khaled con il suo funky-rai e gli echi dell’Orchestra del Cairo. Ma un giro di flamenco non si nega a nessuno, e così il 29 luglio ruoteranno le vesti dell’Eva Yerbabuena Ballet Flamenco. Il sipario del Luglio Suona Bene calerà il 30 luglio con la bossa-jazz della brasiliana Rosalia De Souza.

E’ anche così che l’Europa «che suona bene» si mischia al mondo.

Luglio Suona Bene

Roma, Auditorio Parco della Musica

http://www.auditorium.com/eventi/544588

tel. (+39) 06.37.00.106