A Parigi si mangia a suon di sevillana

Articolo pubblicato il 16 dicembre 2014
Articolo pubblicato il 16 dicembre 2014

Cliché, tapas e sevillana in pieno centro a Parigi, nel ristorante Les Piétons. Un luogo in cui tutto rimanda ai sapori spagnoli, alla parte più autentica del Paese e che permette di addentrarci in un'osteria dallo stile andaluso più puro.

Quando si tratta di esaltare le tradizioni di un Paese, gli stereotipi si ingigantiscono fino addirittura a deformarsi. Questo è il motivo per cui a Parigi è possibile recarsi a Les Piétons, un ristorante spagnolo dove la sevillana fa da sottofondo, le locandine sugli spettacoli dei tori adornano le pareti e le luci imitano i lampioncini della Feria de Abril, che si celebra ogni anno in Andalusia. Data tale ostentazione, non c'è da meravigliarsi se un francese poi pensa che di sera, in Spagna, le donne escano in abiti da flamenco e gli uomini in traje de luces, il vero abito del torero.

Arrivati al ristorante, i clienti vengono accolti da un toro, da una ballerina di flamenco, da un matador e da un banderillero, tutti dipinti su di un telo di plastica. Non c’è alcun dubbio, questo caratteristico modo di dare il benvenuto nel pieno centro di Parigi - e il rosso e il giallo dei vestiti - non possono che rappresentare l’anticamera di un menù pieno zeppo di tapas, prosciutto, formaggio e sangria come contorno. All’interno, le note della sevillana si mescolano al brusìo dei numerosi clienti. La maggior parte dei camerieri sono spagnoli e certe frasi tipiche, come “mi arma” (Mio Dio), “¿qué ponemos por aquí?” (cosa vuole ordinare?) o “qué pasa, quillo” (che succede, fratello) emergono tra le varie voci.

Il menù, anch’esso contraddistinto dai colori nazionali, non ha niente da invidiare a quello di un qualsiasi ristorante tipico spagnolo. Certo, alcuni piatti hanno subìto modifiche dopo aver oltrepassato la frontiera e per questo è possibile trovare dei “camarones a la chupita”, la “lasaña serrana” o una “crema catalaña”. Tutti nomi che passano inosservati davanti agli occhi dei francesi e dei tanti stranieri tentati dalla cucina spagnola.

Quanto al cibo, anche se non bisogna sottovalutare che “como en casa en ninguna parte” (come a casa da nessuna parte), è assolutamente necessario spezzare una lancia in suo favore. Contro ogni pronostico, il risultato è piuttosto positivo e nelle ore in cui si mangia – almeno due, secondo la tradizione spagnola – è possibile gustare tutti i sapori tipici del Paese. Un desiderio che sempre più ristoranti parigini cercano di soddisfare, tanto che è possibile incontrare una grande varietà di locali con nomi altrettanto evocativi come ToroAgua limónToro borrachoLa PaellaCasa Pepe e altri. Tra i tanti ristoranti, Les Piétons è forse quello che riesce ad riunire al meglio tutti i cliché della Spagna più autentica, quella che conosciamo grazie alle immagini trasmesse dalla TV, tanto dal rendere inevitabile il concepire il Paese come un locale di flamenco e un luogo di festa. Per non smentire tutto ciò, i camerieri premono per far sì che la parte più divertente arrivi in serata, quando la musica cambia e l’intero locale si trasforma in un improvviso luogo di festa. Il cibo, la sevillana, la sangria e tutto ciò che il corpo riesce a tollerare in questo pezzo di Spagna a Parigi.

Indirizzo: Les Piétons, 8 rue des Lombards, 75004 Paris