950 milioni di euro per Erasmus Mundus

Articolo pubblicato il 08 dicembre 2008
Articolo pubblicato il 08 dicembre 2008
Alla fine di ottobre la Commissione europea ha lanciato il sito web di study-in-europe.org. Il portale per lo studio in Europa intende «promuovere l'attrattiva dell'istruzione superiore europea per studenti provenienti da altre parti del mondo».

Sul sito un’iperbolica serie di commenti di propaganda. Un esempio?: «Gli studenti stranieri che arrivano in Europa saranno testimoni dell'incredibile diversità sotto ai loro occhi (sia all'interno che all'esterno dell'ambiente universitario)». Malgrado la chiara funzione di promozione e la mancanza di profondità (la sezione della guida dedicata alle modalità di partecipazione presenta solo un sintetico elenco in cinque punti con consigli molto generici), il sito fornisce almeno alcune informazioni utili, come l’elenco dei Master Erasmus Mundus e dei programmi di scambio educativo.

Il lancio del sito è avvenuto proprio in concomitanza al voto dei deputati per la quadruplicazione del bilancio per il programma Erasmus Mundus a 950 milioni di euro per i prossimi cinque anni (il programma permette lo scambio con università europee a studenti provenienti da stati non Ue).

Forse si potrebbe usare un po' di quel denaro per migliorare il sito web!